Surplus-OA

OAdOR - Open Archive di Ortopedia e Reumatologia >
Community >
A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini >
Articles >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10279/188

Autori: Ventura, Alberto; A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini - Milano.
Borgo, Enrico; Istituto Ortopedico G. Pini - Milano - Università di Milano, Istituto di Scienze Ortopediche Reumatologiche e Riabilitative
Original title: Problematiche della rotula nell’atleta in rapporto al tipo di sport
Titolo: Sports-related patella problems in the athletes
Abstract: La patello femoral pain syndrome (PFPS) è indubbiamente una delle affezioni più frequenti che possono insorgere nella pratica sportiva. Una delle maggiori difficoltà nell’affrontare la PFPS è che non conosciamo con sicurezza i meccanismi lesivi e la causa del dolore e quindi risulta ancora più difficile ricercare la patogenesi sport specifica. Inoltre la PFPS è un insieme di patologie diverse tra loro ma che generano uno stesso dolore e quindi è difficile essere sicuri del meccanismo patogenetico che l’ha generato. Tenendo presente il gesto atletico specifico per ogni sport è quindi possibile tentare una schematizzazione del meccanismo patogenetico. Occorre, prima di tutto, ricordare la contusione articolare e cioè il traumatismo femoro-rotuleo acuto che si può avere praticamente in tutte le attività ma che è molto più frequente negli sport di contatto. Le lesioni croniche della femoro-rotulea sono definite da sovraccarico funzionale in quanto dovute a microtrumatismi iterativi, submassimali ripetuti e presentano numerose analogie con le patologie presenti nella medicina del lavoro. E’ opinione comune che vi siano sport in grado di generare, più frequentemente rispetto ad altri, una PFPS. Analizzando il gesto atletico specifico di ogni singolo sport si rileva che quelli più implicati sono il salto e la corsa Attualmente si ritiene che possa essere determinante nella patogenesi della PFPS un disturbo del movimento di pronazione dell’articolazione sottoastragalica. L’eccessiva pronazione sarebbe responsabile di una intrarotazione più accentuata della tibia con un conseguente disallineamento dell’apparato estensore. Nei soggetti in cui è già presente un disallineamento l’eccessiva pronazione agirebbe come un fattore aggravante. Il problema principale è che non esistono al momento possibilità di impedire l’insorgenza della PFPS in quanto legata a particolari gesti atletici che sono l’essenza di quel tipo di sport. La prevenzione è legata alla possibilità di agire sulle cause estrinseche. Per quanto riguarda le cause intrinseche l’unica prevenzione potrebbe essere sconsigliare a questi soggetti, durante una visita di idoneità, di intraprendere un’attività sportiva potenzialmente lesiva
English abstract: The patello femoral pain syndrome (PFPS) is undoubtedly one of the most frequent affections that can rise up in the sporting practice. One of the most greater difficulties in the treatment of PFPS in the athletes is that we don't know the exact injurious mechanisms and the cause of the pain. Therefore it results even more difficult to find a sport-related pathogenesis. Keeping in mind the specific athletic gesture for every sport, it is therefore possible to try a schema of the pathogenetic mechanism. First it everything needs to remember the acute patello-femoral trauma. It is most frequent in all the activities, but it is very more frequent in the sports of contact. The chronic lesions of the patello-femoral articulation are defined from functional overload, due to continuous micro traumas. These lesions have numerous analogies with the pathologies in the job medicine. It is a common opinion that there is a sport able to produce, more frequently in comparison to others, a PFPS. Analyzing the specific athletic gesture of every single sport, we have found that those more implicated are the jumping and the running. Actually we believe that it is conclusive in the pathogenesis of the PFPS an excessive pronation of the subtalar join. The excessive pronation would be responsible of an intrarotation more accented of the tibia with a consequent skew of the patello-femoral articulation. In the athletes in which a skew is already present, the excessive pronation would act as an aggravating factor. The principal problem is that currently don't exist the possibility to prevent the onset of the PFPS because it is inside the particular athletic gestures that are the essence of that type of sport. The prevention is tied up to the possibility to act on the extrinsic causes. As it regards the intrinsic causes, the only prevention could be to dissuade these subjects, during a beginning visit, to potentially undertake an injurious sporting activity
Data: 2008
InArticles
Articles

Full text:

File DimensioniFormatoConsultabilità
ROTULA NELL'ATLETA.pdf110,12 kBUnknownVisualizza/apri

Questo documento è distribuito in accordo con Licenza Creative Commons
Creative Commons


Tutti i documenti archiviati in OAdOR sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.




 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA