Surplus-OA

OAdOR - Open Archive di Ortopedia e Reumatologia >
Community >
A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini >
Protocols >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10279/138

Autori: Calori, Giorgio Maria; A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini - Milano.
Albisetti, Walter; A.O. Istituto Ortopedico G. Pini, Milano - Università di Milano, Istituto di Scienze Ortopediche Traumatologiche Reumatologiche e Riabilitative
Tagliabue, L.; A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini - Milano.
D'Avino, M.; A.O. Istituto Ortopedico G. Pini, Milano - Università di Milano, Istituto di Scienze Ortopediche Traumatologiche Reumatologiche e Riabilitative
D'Imporzano, Marco; A.O. Istituto Ortopedico Gaetano Pini - Milano.
Peretti, Giovanni; A.O. Istituto Ortopedico G. Pini, Milano - Università di Milano, Istituto di Scienze Ortopediche Traumatologiche Reumatologiche e Riabilitative
Original title: Trattamento delle pseudoartrosi delle ossa lunghe e dei difetti ossei con fattori di crescita ossea BMPs/PRP
Titolo: The treatment of long bone non-union and gaps with growth factors BMPs/PRP
Abstract: Il trattamento delle pseudoartrosi (PSA) delle ossa lunghe continua ad essere una sfida per il traumatologo con conseguenti risultati insoddisfacenti e lunga morbidità. Mentre l'innesto di osso autologo rimane il gold standard del trattamento di questi casi difficili, recentemente, grazie all'evoluzione della Ingegneria Tissutale, altre alternative si sono rese disponibili. In questo studio segnaliamo i nostri risultati preliminari nel trattamento delle PA delle ossa lunghe per mezzo della proteina biomorfogenica-7 (rh-BMP-7) o di plasma ricco di piastrine (PRP). I casi valutabili ad oggi sono trentotto. I risultati preliminari indicano che il rh-BMP-7 è rispettivamente più efficace del PRP poiché vi è un tasso di fallimento di 6.2% contro 38.5% fra rh-BMP-7 e PRP
English abstract: Treatment of long bone non-union (NU) continues to be a challenging task for the trauma surgeon often resulting in unsatisfactory results and long-term morbidity. While autologous bone grafting remains the gold standard of treatment of these difficult cases, recently, due to the advances made in tissue engineering techniques, other alternatives have become available. In this study we report our preliminary results of treating long bone non-unions using either bone morphogenetic protein-7 (BMP-7) or platelet rich plasma (PRP) concentrations. Twenty-nine cases have entered this study thus far. Preliminary results indicate that BMP-7 is more efficacious that PRP as there was a significant failure rate of 6.2% versus 38.5% between BMP-7 and PRP, respectively
English Mesh: Fractures, Ununited
Platelet-Rich Plasma
Bone Morphogenetic Proteins
Data: 2007
InProtocols
Protocols

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
Pseudoartrosi.htmlOriginal work - Italian language172 BHTMLVisualizza/apri

Questo documento è distribuito in accordo con Licenza Creative Commons
Creative Commons


Tutti i documenti archiviati in OAdOR sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.




 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA